CIRIO SUB

Filippo Cirio è stato un pioniere della subacquea e nel 1957 ha abbinato la passione per le immersioni al suo talento di artigiano, fondando a Torino la Cirio Sub. La piccola fabbrica si è fatta subito conoscere per l'originalità dei suoi progetti e l'accuratezza delle lavorazioni, dedicandosi soprattutto agli erogatori ed alle custodie per cinema e fotografia, senza trascurare il settore allora importantissimo dei fucili subacquei a molla. Notevole la sua custodia per cinepresa Nizo 8 mm presentata col marchio Cirio e l'altra prodotta con marchio La Photocinesub per fotocamera Zeiss Contina, ambedue di fine anni "60; altrettanto valide quelle per le grandi Arriflex 16 e 35 mm. Sono stati tuttavia gli erogatori a decretare il vero successo di questo marchio artigianale, nonostante abbia quasi sempre progettato e costruito per grandi aziende quali Pirelli e Tigullio. 

 Proprio quest'ultima ha proposto per anni come articoli principali dei suoi cataloghi gli erogatori Abissal Super a due tubi e due stadi e l'Abissal normale a un tubo, l'uno e l'altro di grandi prestazioni e dalle forme quanto meno insolite. L'Abissal Super prototipo era composto da un riduttore di pressione unito con un tubo rigido al secondo stadio e la camera di espansione, come ricorda Bruno Cirio allora giovanissimo aiutante di bottega, era costituita dalla scatola del clacson della Fiat Topolino. Tutto di ferro, era pesantissimo ma funzionava bene e nella prima immersione di collaudo in mare suo padre Filippo scese a -50 nel golfo di Portofino. Nel 1958 arrivò la versione definitiva in alluminio, con  il secondo stadio distanziato dal corpo principale e dotato di un attacco alla rubinetteria di tipo industriale, un dado Ø32 mm per il quale veniva fornita in dotazione la grossa chiave di serraggio. Nella seconda serie del 1960 l'attacco è diventato un classico Int a staffa, mentre le parti in metallo lucido sono state cromate. L'Abissal normale, nato nel 1960 ed evolutosi rapidamente, è inconfondibile per il secondo stadio con diametro di ben 110 mm e lo scarico laterale in metallo a forma di camino ricurvo. Seguirono il modello "Mini" ed il "Micro" diventato nel 1969 l'SM 70 di Pirelli, poi l'Antartide e il Bi-erogatore.
Nel 1978 un furto ha decimato le già scarse risorse dell'azienda e da allora la Cirio Sub ha cessato di esistere.

 

______________