TECHNISUB

Alla fine degli anni "50 l'epoca dei pionieri è ormai alla fine, la subacquea si sta avviando verso una nuova stagione dove progresso scientifico e tecnologia lasciano sempre meno spazio ai miti del passato. In questo scenario si inserisce perfettamente la Technisub col suo logo del compasso e il pesce, chiaro simbolo di tecnica applicata alle cose di mare che dice tutto sui suoi orientamenti. L'ha fondata a Genova Luigi Ferraro nell'ottobre del 1962 insieme al figlio Italo, a Carlos Reinberg e Paolo Ruggero.


Luigi Ferraro

Ferraro aveva fatto parte dei Gamma della X Mas ed era tornato dalla guerra carico di onori per le sue imprese di incursore subacqueo solitario, per le quali è stato decorato con la Medaglia d'Oro al Valor Militare. Alla fine degli anni "40 inizia a collaborare con Egidio Cressi e in breve dalla sua genialità nascono la rivoluzionaria maschera Pinocchio e le ancor più innovative pinne Rondine. Tali credenziali consentono a Technisub di conquistare subito la fiducia del mercato e nei dieci anni successivi sforna una serie di prodotti del tutto originali. Nascono le pinne Caravelle con la pala smontabile dalla scarpetta pensata per camminare sugli scogli, il fucile Jaguar completamente smontabile a mano, la lampada Sirio avanguardia della Vega. Nei primi anni "70 è la volta del bibombola carenato Raid, seguito dal Nuovo Aro ciclico e dall'erogatore Inject a "offerta", basato sull'effetto Venturi e con il comando di regolazione dell'iniezione, tutte cose fino allora inesistenti.

La sede si trasferisce presto all'indirizzo storico di piazzale Kennedy a un passo dal mare, mentre l'amicizia con Cousteau porta ad una stretta collaborazione con La Spirotechnique, di cui Technisub diventa esclusivista per l'Italia.

Nel corso degli anni La Spirotechnique, che assumerà più tardi il nome di Aqua Lung, acquisisce il controllo della Technisub. Nel 1982 Luigi Ferraro si ritira e Aqua Lung nomina Presidente il figlio Paolo che la conduce per i successivi venticinque anni, portandola alle dimensioni attuali e diversificando la produzione con la creazione della divisione Aqua Sphere dedicata al nuoto.

La sede attuale è in via Gualco 42, Genova.