RARITIES

R A R I T A'

Esistono ancora tante attrezzature subacquee antiche o d'epoca e molte sono reperibili senza grandi problemi cercando su Internet o curiosando tra le bancarelle; altre invece sono molto meno comuni e richiedono impegno e pazienza per essere scovate.
Infine vi sono le attrezzature decisamente rare.
Di queste si ha notizia perché compaiono in una o due collezioni famose nel mondo, oppure risultano da vecchi cataloghi, da qualche pubblicità, da scritti su libri o sulle riviste sub della loro epoca.
Naturalmente,  il sogno di ogni collezionista è trovare in un mercatino il pezzo mai visto e bellissimo, quello riconosciuto come raro, destinato a dare lustro e valore alla sua raccolta.
Ma come si fa a definire la vera rarità di un qualcosa? Ci si basa in linea di massima su tre fattori: epoca, quantità stimata di pezzi prodotti, reperibilità attuale. Pertanto se quell'oggetto, poniamo, è di anni molto lontani, se si può ritenere che sia uscito da una produzione limitata e finora non era quasi mai comparso allora non ci sono dubbi: è raro.
Riguardo al suo valore dipende anche qui da vari fattori, tra cui i principali sono il livello di rarità, la sua importanza storica, le sue condizioni. È chiaro che se si presenta integro, funzionante ed esteticamente a posto varrà molto; sarà invece penalizzato anche pesantemente dal non essere completo nelle sue componenti, non funzionante, esteticamente rovinato.
Un discorso a parte lo meritano gli esemplari unici di produzione artigianale, quali le tante custodie fotocinesub ed alcuni fucili degli anni tra il 1940 e 1960. Essendo nati unici sono di per sé rari, di conseguenza meriterebbero una classificazione a parte.
In questa sezione del sito iniziamo ora a elencare le cose la cui presenza ci risulta minima o nulla in ambito collezionistico a livello mondiale. Naturalmente aggiungeremo nuovi elementi mano a mano che avremo notizia della loro rarità, mentre potremo eliminarne altri se ad un certo punto risulterà errata la qualificazione precedente.

 

click sulle  immagini o sui titoli per accedere alle categorie

Card image cap


GAV